A $ 55 milioni, una Ferrari corre nella stratosfera

Talacrest, un rivenditore specializzato di Ferrari classiche con sede nel sud dell

Qual è il più desiderabile - e ugualmente importante, commerciabile - di tutti gli oggetti da collezione? A meno che la Gioconda di Leonardo da Vinci o il diamante Koh-i-Noor non arrivino presto sul mercato, c'è un argomento a favore che quel riconoscimento non vada a un'opera d'arte, o un diamante, ma a un'auto da corsa.

Solo 39 esemplari della Ferrari 250 GTO, una coupé capace di 160 miglia orarie, furono creati dalla casa automobilistica italiana tra il 1962 e il 1964. Trentasei presentavano un motore V12 da tre litri, con altre tre versioni da quattro litri. Tra le ultime vetture a motore anteriore ad essere competitiva ai massimi livelli, la GTO è riuscita per due volte a vincere la 24 Ore di Le Mans (terminando seconda nel 1962 e nel 1963) ed è stata, per decenni, l'ultimo premio per i più ricchi del mondo collezionisti di auto.

Negli ultimi anni ci sono state speculazioni sul fatto che una GTO possa passare di mano privatamente per più di $ 50 milioni. Fino a poco tempo, in assenza di una vendita confermata di un desiderabile GTO, il il prezzo più alto pagato per qualsiasi auto sembrerebbe essere i 24 milioni di sterline (circa $ 39 milioni all'epoca) dati nel 2014 per un prototipo del 1957 della Ferrari marginalmente meno ambita Testa Rossa corridore da competizione.



Poi il mese scorso, Talacrest, un classico concessionario Ferrari con sede ad Ascot, nel sud dell'Inghilterra, ha offerto in vendita la seconda 250 GTO ad essere stata costruita, con un prezzo quotato pubblicamente di 55 milioni di dollari.

Se la barriera dei 50 milioni di dollari verrà infranta da un GTO, sarà infranta da questa macchina, ha affermato Steve Linden, un consulente di auto d'epoca con sede a Long Island, NY Il mercato si è leggermente ammorbidito, ma quando si tratta di più auto speciali, il cielo è ancora il limite.

La maggior parte delle auto d'epoca più rare e di maggior valore oggigiorno vengono vendute attraverso transazioni discrete come questa, piuttosto che all'asta.

Venduto originariamente nel 1962 al North American Racing Team di Luigi Chinetti a New York, l'esemplare con guida a sinistra di Talacrest è dipinto nel caratteristico blu metallizzato della squadra con una striscia da corsa bianca centrale. È stato portato a un secondo posto nella 12 ore di resistenza di Sebring del 1962 in Florida e al sesto posto assoluto a Le Mans di quell'anno, seguito da altri tre anni di gare in America - tutta la storia che aumenta il valore dell'auto.

Il più recente degli otto proprietari americani della GTO è Bernard J. Carl, un avvocato con sede a Washington, che ha acquisito il numero di telaio 3387 - come l'auto è nota agli appassionati di GTO - nel 1997 per una somma non divulgata.

Immagine

Credito...Bonham

Ho ricevuto un paio di offerte, ma non hanno ancora raggiunto l'accordo richiesto, ha affermato John Collins, il fondatore di Talacrest. Non c'è fretta. Devi essere paziente. Di solito alla fine arriva l'accordo giusto.

Ciò che distingue la Ferrari 250 GTO è che, oltre ad essere un'auto sportiva da competizione e il marchio più desiderabile nell'automobilismo, è anche una due posti che potresti, se lo volessi, guidare al tuo negozio di alimentari locale.

Non solo è un'auto rara, ma puoi usarla su strada, ha detto il signor Collins. È un biglietto per il club dei miliardari. Puoi metterlo in mostra durante il GTO Tour, ha aggiunto, riferendosi a un raduno di proprietari di Ferrari GTO ogni cinque anni, tra cui personalità come Nick Mason, il batterista dei Pink Floyd.

L'ultimo raduno di questo tipo, tenutosi nell'arco di quattro giorni nel nord della Francia nel 2012 per celebrare il 50° anniversario, ha attirato 23 delle 39 vetture.

Il fatto che la Ferrari 250 GTO sia rara, ma non troppo, è un altro segreto del collezionismo della vettura, ha affermato Simon Kidston, fondatore della concessionaria ginevrina Kidston e del database K500 dei prezzi delle auto d'epoca.

Se ce ne fosse uno solo non sapresti se vale $ 1 milione o $ 100 milioni, ha detto il signor Kidston. Dovresti anche spiegare di cosa si tratta ai tuoi amici. La gente sa esattamente cos'è una Ferrari GTO. Ha un riconoscimento istantaneo. E il fatto che ce ne siano più di 30 significa che c'è un mercato per loro.

Il signor Kidston dovrebbe saperlo, avendo negoziato a settembre la vendita privata di un'altra 250 GTO. Non ha confermato i dettagli della transazione, ma ha affermato che era molto probabile che fosse stata l'auto più costosa ad essere passata di mano nel 2016.

L'auto è quotata sull'autorevole Directory online Barchetta di Ferrari classiche come un modello rosso del 1962 (numero di telaio 3809) di proprietà di Hartmut Ibing, un collezionista di Düsseldorf, in Germania. Barchetta ha detto che è stata venduta da Mr. Kidston per 45 milioni di dollari.

Secondo il signor Kidston, le Ferrari 250 GTO hanno un valore compreso tra $ 40 milioni e $ 70 milioni, a seconda della storia e delle condizioni della gara. Nel 2012, un esemplare verde mela molto ambito (numero di telaio 3505) realizzato per il famoso pilota britannico Stirling Moss venduto da privato per 35 milioni di dollari. Dato il prezzo richiesto di 55 milioni di dollari per il telaio numero 3387, è ovvio che anche queste auto sono un investimento desiderabile.

Immagine

Credito...Peter Singhof

Possono principalmente passare di mano in privato, ma una Ferrari 250 GTO detiene il massimo attuale per qualsiasi auto all'asta. Nell'agosto 2014, Bonhams ha venduto un modello del 1962 (numero di telaio 3851) che era appartenuto a Fabrizio Violati, uno storico pilota automobilistico italiano morto nel 2010, per 38,1 milioni di dollari. Era stato stimato in vendita per più di $ 40 milioni, ma il fatto che fosse un'auto della morte ricostruita - il campione di sci francese Henri Oreiller morì in un incidente nel 1962 - e fu venduta da un intermediario, piuttosto che da Mr. La famiglia Violati, potrebbe aver rimandato potenziali offerenti.

Qualunque sia la natura della transazione, la condizione rimane il criterio più controverso per un aspirante acquirente della Ferrari 250 GTO.

È una GTO originale e la migliore che si possa ottenere, ha detto il signor Collins della sua auto da 55 milioni di dollari. Originale è sempre un termine relativo, tuttavia, poiché l'auto è una vettura da corsa con carrozzeria in alluminio progettata per essere guidata il più a lungo possibile (la Ferrari considerava un tachimetro superfluo per il design).

Il motore della vettura Talacrest è stato sostituito intorno al 1964 e la carrozzeria è stata completamente restaurata nel 1976-1977, secondo Mr. Collins.

Ci sono pochissime carrozzerie originali al 100% e nessuno lo sa davvero, ha affermato Stuart Carpenter, fondatore di Copley Motorcars, una concessionaria di auto d'epoca del Massachusetts specializzata in Ferrari. Devi scendere a compromessi. Devi chiederti, voglio aspettare un Santo Graal GTO o ne compro uno buono?

Ha aggiunto che attualmente sapeva di due acquirenti disposti a pagare $ 65 milioni per una GTO.

Ma com'è effettivamente guidare la Ferrari 250 GTO?

È un'auto in alluminio. Non c'è insonorizzazione. Il motore suona come una sinfonia, ha affermato Jean Berchon, l'organizzatore di lunga data del GTO Tour, che cinque estati fa ha avuto il privilegio di guidare la Ferrari blu metallizzata di Carl a una cena privata allo Château de Chambord nella Valle della Loira, in Francia.

La gestione è stata memorabile, la bellezza è stata memorabile. Stavo guidando l'auto più esclusiva del mondo. Era come essere in paradiso.

L'unico intoppo? Il biglietto ora costa 55 milioni di dollari.