Il prossimo premio dell'architetto: Museo del Michigan

Un rendering dell

Un architetto nato a Baghdad e con sede a Londra potrebbe non essere il candidato più ovvio per una commissione nel cuore dell'America centrale. Ma Zaha Hadid, che ha vinto il Pritzker Architecture Prize nel 2004, è stata scelta per progettare l'Eli and Edythe Broad Art Museum presso la Michigan State University a East Lansing.

La signora Hadid, nota per le forme audaci e non convenzionali, è stata selezionata la scorsa settimana in un concorso iniziato a giugno, quando i Broads hanno donato $ 26 milioni al museo da $ 40 milioni, che ospiterà l'arte moderna e contemporanea. Gli altri finalisti erano Morphosis of Santa Monica, California; Coop Himmelb(l)au di Vienna e Los Angeles; Kohn Pedersen Fox Architects di New York; e Randall Stout Architects di Los Angeles.

Ha escogitato il design più innovativo, ha affermato Eli Broad, un finanziere, collezionista d'arte e filantropo che ha conseguito la laurea presso la Michigan State. Farà parlare le persone e vorranno visitare.



Il museo, la cui apertura è prevista per il 2010, sarà il primo edificio universitario della signora Hadid e solo il suo secondo progetto negli Stati Uniti, dopo il Rosenthal Center for Contemporary Art di Cincinnati del 2003.

Lou Anna K. Simon, il presidente dello Stato del Michigan, ha affermato che l'università voleva simboleggiare la nostra traiettoria verso il futuro, a causa della natura dell'architettura e dell'architetto che abbiamo selezionato.

Mr. Broad è conosciuto come un cliente stimolante, con opinioni forti e una reputazione per il coinvolgimento diretto con gli architetti, tra cui Frank Gehry per il Grand Avenue Project a Los Angeles e Renzo Piano per il nuovo Broad Contemporary Art Museum, che aprirà il mese prossimo al Museo d'Arte della Contea di Los Angeles.

Immagine

In un'intervista a New York la scorsa settimana, la signora Hadid, 57 anni, ha affermato che finora aveva avuto relazioni facili con il signor Broad. Lui ed Edythe erano affascinanti, solidali e molto entusiasti, ha detto.

L'università ha affermato che $ 18,5 milioni del contributo di Mr. Broad sarebbero andati alla costruzione del museo e che il resto sarebbe stato utilizzato per acquisizioni e una dotazione. L'università ha raccolto circa 30 milioni di dollari per il progetto.

L'edificio di 41.000 piedi quadrati ?? all'angolo tra Grand River Avenue e Farm Lane all'ingresso del Collingwood Campus ?? è di forma orizzontale e orientato su un asse est-ovest.

Volevamo davvero che il museo fosse un crocevia ?? tra la città e il campus e tra le varie strutture del M.S.U., ha affermato la signora Hadid, spiegando che il suo design intreccia i modelli nel tessuto urbano esistente con i percorsi di circolazione e i percorsi visivi del sito.

Il Museo ?? tre livelli compreso il seminterrato ?? sarà costruito in acciaio e cemento con un esterno in alluminio e vetro. È progettato per apparire emergente dal paesaggio, con un giardino di sculture all'aperto a est.

Lo spazio della galleria è molto compatto, ha detto la signora Hadid, con ogni stanza che forma un'unica area espositiva. La luce naturale filtra attraverso un sistema di persiane, parte dell'esterno dell'edificio.

Il museo sarà la nuova sede della collezione d'arte dell'università, che è attualmente ospitata nel campus del Kresge Art Center. Il centro, parte del College of Arts and Letters dell'università, continuerà a ospitare il dipartimento di arte e storia dell'arte e fornirà aule, atelier e spazi espositivi.

Volevamo pensare all'architettura del museo come a una scultura abitata, ha detto il dottor Simon. Volevamo che il museo fosse una grande opera d'arte che ospitasse grandi opere d'arte.

Gli oltre 18.000 piedi quadrati di spazio espositivo del museo saranno dedicati ai nuovi media, alla fotografia, alle opere su carta e alla collezione permanente, oltre a opere moderne e contemporanee. L'edificio comprenderà anche un teatro nero, un centro educativo, uffici, un negozio di souvenir e un caffè.

Mr. Broad ha detto che si aspettava di prestare opere della sua collezione per la mostra nel nuovo museo. (Ha annunciato all'inizio di questo mese che non avrebbe donato la sua arte contemporanea al Los Angeles County Museum of Art, dove gran parte di essa è in mostra, ma che invece avrebbe prestato pezzi a molti musei.)

L'edificio del Michigan è più spigoloso di alcuni dei recenti progetti della signora Hadid, che includono lo swoosh in acciaio del Bergisel Ski Jump del 2002; le svettanti stazioni della funivia Nordpark, completate il mese scorso a Innsbruck, in Austria; l'edificio centrale BMW a forma di boomerang a Lipsia, in Germania; e uno scivoloso centro per le arti dello spettacolo ad Abu Dhabi che ha descritto come un sistema di rami intrecciati con quattro sale da concerto intrappolate al loro interno come frutta.

Rivedendo la prima grande retrospettiva dell'architetto negli Stati Uniti, Zaha Hadid: 30 Years in Architecture al Solomon R. Guggenheim Museum nel 2006, Nicolai Ouroussoff ha scritto sul New York Times, la signora Hadid sta finalmente ottenendo commissioni degne del suo talento, tranne a New York ovviamente. (Ci si è avvicinata. Il mercante d'arte Kenny Schachter ha assunto la signora Hadid nel 2004 per progettare un edificio a forma di pinna in Charles Street nel West Village, ma in seguito ha venduto la proprietà.)

Da quando ha vinto il Pritzker ?? il più alto onore dell'architettura ?? La signora Hadid ha più che raddoppiato le dimensioni della sua azienda, arrivando a 250 persone. Insegna regolarmente alla Yale School of Architecture e ultimamente è stata impegnata con commissioni in tutto il Medio Oriente, Europa e Asia. Ma ha detto che non vedeva l'ora di lavorare nel Michigan.

Mi piacerebbe lavorare di più in America, ha detto la signora Hadid. Quindi devo venire molto più spesso.