Il fotografo di gravidanza di Beyoncé sta aprendo una mostra d'arte 'Anti-Trump'

L

LOS ANGELES — Per una misura di successo, l'artista 28enne Awol Erizku ha forse già raggiunto il picco. A febbraio lui è stato rivelato essere il fotografo dietro la gravidanza di Beyoncé annuncio , che è diventato rapidamente il post Instagram più popolare di sempre con oltre 10 milioni di Mi piace.

L'immagine la mostra inginocchiata davanti a una ghirlanda floreale così grande da sembrare un trono.

Ma Mr. Erizku, che ha ottenuto la sua prima mostra in una galleria di New York prima di ottenere il suo M.F.A. da Yale, ha detto che una sorta di record non è l'attenzione che brama.



Avrebbe significato molto di più se avessi ottenuto il riconoscimento dal Whitney quest'anno, ha detto, parlando della Whitney Biennial - questa cosa che ha avuto ogni grande artista che ammiro.

Questo è solo un segno di come l'artista (pronunciato AY-wol eh-RIZ-ku) operi a fondo nel tradizionale mondo dell'arte ossessionato dalle biennali, anche se riesce attraverso i social media e altre piattaforme a raggiungere un pubblico molto più ampio. Fa DJ qua e là e fa mixtape da suonare durante le mostre in galleria per far sentire i miei coetanei i benvenuti. Recentemente nel suo studio di Los Angeles, Erizku ha mostrato la sua nuova opera d'arte mentre ascoltava Jim James, Future e Kodak Black.

Quel nuovo lavoro si sta dirigendo in Europa per le sue prime mostre in galleria: la sua mostra provocatoriamente anti-Trump Make America Great Again, al Ben Brown Belle Arti a Londra, apre il 20 aprile, e il suo più giocoso Purple Reign, al gambi a Bruxelles, apre il giorno dopo.

Immagine

Credito...Emily Berl per il New York Times

Immagine

Credito...Awol Erizku, Ben Brown Fine Arts, Londra

Ispirato dall'omonimo mixtape di Future, Purple Reign è il risultato di una fotografia, un dipinto o una scultura di Mr. Erizku in risposta a ogni canzone del mixtape. La mostra londinese, d'altra parte, è la dichiarazione più politica dell'artista fino ad oggi, con le pareti della galleria dipinte di nero e temi di opere precedenti - il mio vernacolo, lo chiama - ripresi con effetti appuntiti.

Ci sono i canestri da basket, che usa come sostituti del corpo maschile nero. Ci sono i numeri che fanno riferimento alle gang di Los Angeles o al gergo, come un nuovo pezzo di acciaio ondulato verniciato a spruzzo con il numero 12 per la polizia. È un po' Cy Twombly-ish, ma se vai da qualsiasi bambino per strada sapranno cosa significa, ha detto il signor Erizku.

Puoi anche vedere uno sviluppo dell'era Trump: l'immagine di una pantera nera, che ha preso direttamente dal logo del Black Panther Party, ora vaga per tutto il suo lavoro, arrampicandosi su una bandiera americana o artigliando un letto di rose. Appare anche in cima allo slogan Make America Great Again su un berretto da baseball rosso che l'artista sta vendendo per avere qualcosa di conveniente nello spettacolo.

Immagine

Credito...Awol Erizku, Ben Brown Fine Arts, Londra

Per quanto riguarda l'uso dell'immagine della pantera, non voglio prendere qualcosa di così potente e sminuirlo usandolo troppo, come lo sfondo. Voglio dargli più potere, ha detto il signor Erizku, che parla rapidamente, con entusiasmo. Lo sto mettendo in evidenza perché sono nero e sono musulmano e questo è tutto ciò contro cui Trump ha cercato di opporsi.

Non penso che questo spettacolo sia antiamericano, ma è decisamente anti-Trump, ha aggiunto. Tutte le persone che odia rendono grande l'America.

Nato ad Addis Abeba, in Etiopia, l'artista è cresciuto nel South Bronx in quella che lui chiama una famiglia della classe operaia. (La storia di suo padre come bidello figura nel nuovo lavoro a Ben Brown sotto forma di un vero secchio per la scopa posto di fronte a un dipinto.) Ha detto che non ha mai considerato l'essere un artista fino a quando non si è annoiato in una storia dell'arte del liceo classe e si rese conto che era a causa dell'eccesso di corpi bianchi nell'arte. Stavamo guardando il dipinto 'Ragazza con l'orecchino di perla' e in quel momento ho sentito di voler essere un'artista in modo da poter portare nella storia più persone che mi assomigliavano, mia madre e le mie sorelle.

Immagine

Credito...Per gentile concessione dell'artista

Al college alla Cooper Union, ha fatto un passo in quella direzione: ha posato una delle sue sorelle al posto della modella olandese di Vermeer, i capelli raccolti in una sciarpa simile blu e oro, e ha chiamato la sua fotografia Ragazza con un orecchino di bambù . La sua inclusione in una mostra collettiva presso la FLAG Art Foundation lo ha aiutato a ottenere la rappresentazione di una galleria di New York quando aveva solo 24 anni.

I lavori successivi si ispirano anche ai grandi contemporanei, come i canestri da basket con le reti placcate in oro che ha allineato sul muro per imitare le pile di plexiglass di Donald Judd.

Il film di Mr. Erizku del 2015 Serendipity, che ha debuttato a a MoMA PopRally festa, presenta un piedistallo che regge un busto del David di Michelangelo. Distrugge il busto e lo sostituisce con uno della regina egiziana Nefertiti - Il mio modo di dire 'le vite dei neri contano' in un modo che solo io sapevo, ha offerto. Ha progettato un filtro Snapchat per la prima del lavoro, quindi un logo del progetto è apparso sui video girati lì.

Immagine

Credito...Awol Erizku, Ben Brown Fine Arts, Londra

Al signor Erizku piace anche curare spettacoli su Instagram e ha annunciato in passato, con parti uguali di umorismo duchampiano e sfacciataggine millenario, che il suo feed funzionerebbe come una galleria e sarebbe chiuso al pubblico di notte. Chiama i social media un altro strumento: un'estensione del mio lavoro, un'estensione del mio studio.

È tornato alla fotografia per un 2015 mostra personale a FLAG , per cui ha pagato le prostitute in Etiopia per assumere pose classiche di modelli dei dipinti di Ingres e Manet. Stephanie Roach, direttrice di FLAG, ha descritto questo progetto come l'opposto dello sfruttamento: ha dato potere alle modelle, permettendo a ogni donna di interpretare la posa in modo diverso e rispettando la propria individualità. Ha catturato queste donne con tale bellezza e integrità, come ha fatto con sua sorella e Beyoncé.

Immagine

Credito...Emily Berl per il New York Times

Nel 2014 si è trasferito da New York nel sud della California, dove la sua ragazza, Sarah Lineberger, ha una famiglia. Una designer floreale, ha collaborato con Mr. Erizku su progetti, tra cui un'installazione in cui ogni orifizio di una Porsche rossa era pieno di fiori.

Ha anche lavorato alle riprese di Beyoncé, ha confermato. Il signor Erizku ha rifiutato di discutere altri dettagli a causa di un accordo di non divulgazione, tranne per dire che non vedeva quello scatto come un progetto commerciale a parte la sua arte: era una collaborazione. Beyoncé non ha detto: 'Ehi, questo è quello che voglio; Fai questo.'

Ha aggiunto: Era ispirata dalle cose che avevo fatto e voleva fare qualcosa con me.

Fece un sorriso. È più grande che entrare nel Whitney in molti modi, ha detto.