Sostenere gli artisti neri, a casa e sotto i riflettori

Gary e Denise Gardner nella loro casa con la scultura Mother and Child di Elizabeth Catlett, a sinistra, e il disegno a grafite di Charles White del 1950 Untitled.

CHICAGO — I collezionisti Denise e Gary Gardner sono molto pubblici nel loro sostegno a Charles White: una retrospettiva, una mostra ora all'Art Institute of Chicago che in autunno andrà al Museum of Modern of Art. Sono elencati come sponsor individuali principali.

Più in privato, i Gardner possiedono un paio di opere di White. I pezzi sono appesi nella loro casa nel quartiere di Beverly, nell'estremo South Side, qui.

White (1918-1979) è cresciuto a Chicago e ha studiato alla School of the Art Institute prima di iniziare una lunga carriera che lo ha portato in tutto il paese e si è dedicato alla resa di figure nere monumentali. Il suo disegno a grafite di un ragazzo, Untitled (1950), ha un posto d'onore nella sala centrale dei Gardner.



È il miglior disegnatore che abbia mai visto, ha detto la signora Gardner, che è un fiduciario dell'Art Institute. La sua mano era così fenomenale.

I Gardner espongono più di 100 opere d'arte a casa - alcune sono in prestito - e molte di loro sono appese in una grande galleria nel seminterrato che hanno adattato man mano che la loro collezione cresceva. La loro attenzione è rivolta agli artisti afroamericani, tra cui Carrie Mae Weems , Sam Gilliam, Ed Clark, Amy Sherald, Elizabeth Catlett (che una volta era sposata con White) e Nick Cave .

Immagine

Credito...Whitten Sabbatini per il New York Times

Sebbene la figura umana domini la collezione, ci sono anche molti pezzi astratti in mostra. E i Gardner si distinguono dagli altri collezionisti mescolando il lavoro di artisti viventi con i loro precedenti storici, tra cui l'olio del 1891 di Henry Ossawa Tanner Donna delle Antille francesi , a vista nella sala da pranzo. È il nonno della pittura nera, ha detto la signora Gardner.

I Gardner, entrambi di 63 anni, si sono conosciuti durante la scuola di specializzazione alla Northwestern University, e in seguito si sono fatti un nome come imprenditori dei prodotti di bellezza e capelli. A luglio festeggiano il loro 40° anniversario. Negli ultimi 20 anni del loro matrimonio, hanno dedicato sempre più tempo al collezionismo e al mecenatismo d'arte. Denise è la curatrice della famiglia, ha detto Gardner. Compro quello che mi piace. Ma ha dato struttura e significato ad esso.

La coppia ha parlato del loro collezionismo in una sera d'estate davanti a una bottiglia di vino rosso. Questi sono estratti modificati dalla conversazione.

Cosa sappiamo di Untitled?

GARY GARDNER White ha effettivamente fatto questo per la segretaria di Dashiell Hammett. Dashiell era un attivista, un comunista . Apparentemente, lui e Charles facevano entrambi parte del movimento, e la segretaria di Dashiell era qualcuno che White amava.

DENISE GIARDINIERE Non sappiamo chi sia il soggetto. Ma White sarebbe stato a New York quando ha disegnato questo, credo.

Chicago sembra avere parecchi collezionisti afroamericani che si concentrano sugli artisti afroamericani.

Immagine

Credito...Whitten Sabbatini per il New York Times

GARY GARDNER Non è solo a Chicago.

DENISE GIARDINIERE È ovunque. Amiamo semplicemente la scoperta. Pensi di conoscere la tua storia, e poi senti parlare di questi artisti, sei tipo, perché non ne ho mai sentito parlare? C'è uno scopo sociale in questo: voglio promuovere questi artisti e assicurarmi che siano conosciuti. Non voglio che la prossima generazione sia come noi e non la conosca.

GARY GARDNER E perché non dovremmo collezionare artisti neri? Se non noi, chi lo farebbe? È così ricco, ed è una così bella storia.

Quali sono gli altri parametri della collezione?

DENISE GIARDINIERE Ora ci siamo spostati per restringere un po' di più il focus, guardando in particolare alle artiste contemporanee come Bethany Collins . Ha sede qui, e questo è un altro filo conduttore che attraversa la collezione: Chicago. Sento che le persone dovrebbero collezionare opere d'arte di artisti della propria città.

L'interesse per White e per gli altri del passato - che forse non avevano le carriere che avrebbero dovuto avere nella vita - ultimamente è cresciuto su tutta la linea, no?

DENISE GIARDINIERE Ora, alcuni stanno ricevendo apprezzamento grazie a loro, sì, il che è fantastico. Ma ti chiedi se sarà una moda passeggera o una tendenza.

GARY GARDNER Non credo che se ne andrà. Basta guardare il disegno Bianco.

Cosa vedi lì?

GARY GARDNER Un ragazzo giovane, con la camicia tutta abbottonata. Conosciamo tutti quel ragazzo. L'orgoglio che avevano in quei giorni, e l'autodeterminazione. E la tecnica usata da White per conferire a quell'immagine un tale potere. Amava quel ragazzo, sai?