La nuova biblioteca di Helsinki ha stampanti 3D e utensili elettrici. (E anche alcuni libri.)

La sala di lettura di Oodi, la nuova biblioteca di Helsinki. Oltre ai libri, il nuovo edificio offre anche una gamma di attrezzature ad alta tecnologia e spazi per eventi a disposizione dei residenti della città.

HELSINKI, Finlandia — Due giorni prima dell'apertura di mercoledì di Oodi, la nuova biblioteca centrale di Helsinki, la sua direttrice, Anna-Maria Soininvaara, si è trovata davanti ad alcune delle apparecchiature ad alta tecnologia che presto sarebbero state disponibili per il pubblico. Non era del tutto sicura di cosa avesse fatto, disse imbarazzata.

I dispositivi includevano un laser cutter, macchine da ricamo computerizzate e attrezzature per scolpire digitalmente il legno. In un'area vetrata al secondo piano dell'edificio, i residenti di Helsinki possono riparare gli oggetti elettronici personali stampando in 3D i pezzi di ricambio e saldandoli insieme.

L'incertezza della signora Soininvaara era comprensibile: la 59enne, che ha lavorato nel sistema bibliotecario finlandese per tre decenni, è più un'esperta di letteratura che di incisione ad alta tecnologia, e Oodi - che significa ode in finlandese - è non è esattamente una libreria normale. Data la sua ampiezza di servizi, ci si potrebbe chiedere se Oodi debba essere considerata una biblioteca.



Immagine

Credito...Vesa Laitinen per il New York Times

Un'imponente costruzione a tre piani in legno, acciaio e vetro che sembra una nave sormontata da uno strato di ghiaccio, il nuovo edificio, costato 98 milioni di euro, ovvero circa 110 milioni di dollari, comprese le attrezzature, è uno dei progetti pubblici più attesi nel paese da anni. È un tentativo ambizioso da parte di una delle nazioni più alfabetizzate e più esperte di digitalizzazione al mondo di reinventare la biblioteca per le esigenze future della sua popolazione.

I libri sono importanti, ma non è l'intera biblioteca, ha detto la signora Soininvaara. Ha indicato gli studi di registrazione di Oodi, la cucina, la sala giochi con console PlayStation e uno spazio 3D immersivo, una stanza le cui pareti possono essere illuminate con proiezioni digitali, a disposizione degli artisti o per presentazioni aziendali.

Risultato di due decenni di pianificazione e consultazione pubblica, ciascuno dei tre piani di Oodi è stato costruito per soddisfare un diverso scopo civico. Il suo ampio piano terra, che comprende un ristorante, un cinema, un centro informazioni dell'Unione Europea e diverse aree adatte ai concerti, è pensato per eventi che incoraggiano i residenti di Helsinki a socializzare. Il secondo piano, con apparecchiature elettroniche e laboratori, è per attività creative rumorose, e l'ultimo piano, un paradiso dei libri a pianta aperta e luminoso con file di pile bianche, è una sala lettura convenzionale, anche se di gusto smisurato.

Immagine

Credito...Vesa Laitinen per il New York Times

Abbiamo preso in considerazione il fatto che le biblioteche cambieranno sempre, ha affermato Samuli Woolston, partner di ALA Architects, lo studio finlandese dietro l'edificio. Già ora il loro uso è diverso da quello di 10 anni fa. Nuove funzioni, ha spiegato, potrebbero essere facilmente inserite nel design dell'edificio.

Tommi Laitio, direttore esecutivo per la cultura e il tempo libero della città, ha spiegato che l'edificio e la sua vasta offerta tecnologica erano in parte concepiti come baluardo contro il populismo. Nel 2015, il partito populista finlandese di destra si è unito a un governo di coalizione. Jussi Halla-aho, il leader del partito, una volta ha sostenuto che per risolvere la crisi del debito greco sarebbe necessaria una giunta militare, e ha collegato l'Islam alla pedofilia.

Si tratta di un progetto molto politico, ha affermato Laitio, sostenendo che le minacce alla democrazia in tutto il mondo negli ultimi anni potrebbero essere spiegate in parte dall'incertezza delle persone sui progressi tecnologici.

Immagine

Credito...Vesa Laitinen per il New York Times

L'attrezzatura high-tech di Oodi ha lo scopo di contrastare queste paure. Permette alle persone di sperimentare il futuro in modo che non sia così intimidatorio, ha spiegato.

L'investimento di alto profilo della Finlandia nel sistema delle biblioteche pubbliche è in contrasto con le tendenze negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, dove molte biblioteche hanno dovuto affrontare drastici tagli di budget in anni recenti. L'anno scorso, sosteneva una colonna del Guardian che i tagli al sistema britannico, che fa sempre più affidamento sui volontari, erano stati così severi che il Regno Unito non ha più un sistema bibliotecario nazionale.

Oodi si adatta molto bene alla storia nordica di come funzionano le società, ha detto Laitio. Siamo così pochi qui, quindi dobbiamo assicurarci che tutti possano sviluppare al massimo il loro potenziale.

Immagine

Credito...Vesa Laitinen per il New York Times

Con i loro generosi benefici finanziati con fondi pubblici, i paesi nordici attribuiscono un alto premio all'integrazione sociale e all'istruzione e, in base ai dati del 2014 di l'Istituto dei Servizi Museali e Bibliotecari , il governo finlandese spende più di una volta e mezzo pro capite in biblioteche rispetto agli Stati Uniti.

I paesi nordici stanno emergendo come leader nella progettazione di biblioteche. Dokk1 , una biblioteca ibrida all'avanguardia con spazi maker, un ufficio passaporti e un parco giochi, aperta ad Aarhus, in Danimarca, nel 2015. È stata nominata biblioteca pubblica dell'anno dalla Federazione internazionale delle associazioni e delle istituzioni biblioteche in seguito, e il suo numero di visitatori è cresciuto in modo significativo.

La nuova biblioteca centrale di Oslo , che dovrebbe aprire all'inizio del 2020 sul lungomare della capitale norvegese, dovrebbe includere un cinema, un'area giochi e un laboratorio per consentire ai visitatori di utilizzare le apparecchiature digitali.

Immagine

Credito...Vesa Laitinen per il New York Times

I paesi nordici sono stati più rapidi nell'abbracciare la tecnologia digitale rispetto alla maggior parte e Laitio ha sostenuto che Oodi indica una via da seguire per i sistemi bibliotecari di tutto il mondo che hanno lottato con la digitalizzazione e i tagli di budget. L'edificio, ha detto, è destinato all'uso come spazio di co-working e piazza cittadina, e cerca di fare appello a un'ampia gamma di dati demografici.

Dobbiamo assicurarci che le biblioteche non siano rilevanti solo per le persone che non possono permettersi libri o un computer, ha detto.

Oodi inizierà le operazioni per lo più normali venerdì, dopo una celebrazione di apertura di due giorni con concerti e discorsi di politici, incluso il presidente finlandese. I suoi architetti hanno notato che il balcone dell'edificio è stato costruito per essere allo stesso livello delle scale per l'edificio del Parlamento dall'altra parte della piazza, un gesto simbolico per indicare che l'apprendimento è importante nella società finlandese quanto la politica.

Spesso pensiamo che cose come la coesione sociale o la democrazia siano solo parole, ma in spazi come questi prendono davvero vita, ha detto Laitio. Hai bisogno di un'infrastruttura sociale per far funzionare le comunità. Non puoi costruirli sull'amicizia o su questa idea astratta di vivere insieme.