Il Museo d'Israele cerca ancora una volta un nuovo direttore

Eran Neuman ha iniziato ad assumere il ruolo di nuovo direttore dell

GERUSALEMME — Ci è voluto quasi un anno per trovare un nuovo direttore per l'Israel Museum di Gerusalemme dopo che James S. Snyder aveva annunciato la sua decisione all'inizio dello scorso anno di dimettersi dopo due decenni.

Ma alcune settimane dopo che il successore di Mr. Snyder, Eran Neuman, ha iniziato ad accettare il ruolo, si è bruscamente ritirato. Ora, il comitato di ricerca del museo riprenderà la ricerca di qualcuno che occupi il prestigioso incarico. E il signor Neuman tornerà alla sua precedente posizione di capo della David Azrieli School of Architecture presso l'Università di Tel Aviv.

Ci sono narrazioni in competizione sulla ragione dietro il perno.



Dopo che la sua nomina è stata annunciata a gennaio, il sig. Neuman ha assunto l'incarico a tempo parziale il 19 febbraio. Tuttavia, le sue discussioni con la dirigenza sul suo stipendio e sui benefici, che sono stabiliti dalla legge israeliana, sono continuate, secondo il Museo.

La svolta del signor Neuman è stata il risultato di diverse percezioni riguardo al suo ruolo e alle condizioni di lavoro, ha annunciato il museo in una dichiarazione criptica questa settimana.

I funzionari del museo hanno affermato che, secondo la politica, non avrebbero approfondito le circostanze che circondano la decisione del signor Neuman e hanno rifiutato qualsiasi ulteriore commento pubblico.

Persone vicine alla leadership dell'istituzione, parlando a condizione di anonimato per non violare la politica del museo, hanno suggerito che il signor Neuman, che vive a Tel Aviv con la sua famiglia, potrebbe aver sottovalutato l'impatto delle responsabilità sulla sua vita.

Hanno detto che il ruolo prevedeva lunghe ore in loco a Gerusalemme e una quantità significativa di raccolte di fondi e viaggi all'estero.

Altri che conoscevano il pensiero di Mr. Neuman, tuttavia, parlando anche a condizione dell'anonimato per rispettare le regole del museo, hanno respinto apertamente l'idea che la portata del lavoro fosse da biasimare. Hanno detto che il motivo per cui si è tirato indietro è perché il signor Snyder non ha mai veramente lasciato il posto e voleva un input anche per quanto riguarda le mostre future.

Quando il signor Neuman è stato nominato, il signor Snyder lo ha elogiato sia come innovatore che come studioso. Ma il signor Snyder ha assunto un nuovo ruolo a gennaio come presidente internazionale del museo, sviluppando la sua portata globale. Divenne anche direttore emerito.

Il quotidiano israeliano Haaretz segnalato questa settimana che il budget del museo è rimasto in gran parte dipendente da Mr. Snyder a causa del suo potere globale di raccolta fondi e dello stretto legame con l'American Friends of the Israel Museum. (Le donazioni dagli Stati Uniti costituiscono una parte significativa del budget.)

Ha anche attribuito la decisione del signor Neuman di fare marcia indietro al dominio del signor Snyder.

Il museo è una delle istituzioni culturali più complesse da gestire in Israele. Ha quasi 400 membri del personale, più di 300 volontari in servizio a tempo pieno e parziale e un budget operativo annuale di circa 30 milioni di dollari.