Un Monet è tornato sul mercato

È TORNATO UN MONET

Sul mercato

Quando il dipinto di Monet del 1874 Il ponte della ferrovia ad Argenteuil fu venduto nel 1988 da Christie's a Londra, i 12,6 milioni di dollari ottenuti furono il secondo prezzo più alto pagato all'asta per un Monet. (Qualche mese prima il suo In the Prairie del 1876 era stato venduto per 22,5 milioni di dollari da Sotheby's.)



L'acquirente di The Railroad Bridge ad Argenteuil non era uno dei collezionisti giapponesi che a quel tempo alimentavano il mercato dell'arte; preferivano le opere successive di Monet, in particolare le sue Ninfee o le scene veneziane. L'acquirente è stata la famiglia Nahmad, commercianti di gallerie a New York e Londra che di tanto in tanto acquistano un quadro e lo nascondono in uno dei loro magazzini di Ginevra.

Ora, dopo 20 anni e una serie di forti prezzi d'asta per Monets, i Nahmad si stanno separando dal Railroad Bridge ad Argenteuil. Christie's prevede di offrirlo il 6 maggio a New York e ha una stima di 35 milioni di dollari.

È un peccato, ma la mia famiglia vuole venderlo, ha detto David Nahmad in un'intervista telefonica. Il dipinto è un capolavoro. Si tratta di ciò che i francesi chiamerebbero charnière, ovvero un punto di svolta.

Il dipinto, che raffigura un ponte ferroviario con due treni, era considerato particolarmente moderno per l'epoca. I treni furono usati da Monet come simbolo della nuova era industriale.

Sono il passato e il futuro, ha detto Nahmad. Ci sono due persone che camminano lungo il bordo dell'acqua che rappresentano il passato; e rappresenta il futuro è il ponte così come il fumo che fuoriesce dai treni.

Guy Bennett, che sovrintende al dipartimento di arte moderna e impressionista di Christie a New York, ha affermato che Monet ha prodotto solo altri tre dipinti comparabili di questo soggetto. Uno è alla National Gallery of Art di Washington, uno al Philadelphia Museum of Art e uno al Musée d'Orsay a Parigi.

Nel mercato odierno le opere moderne hanno ottenuto prezzi eccezionalmente alti e una tela impressionista di questa rarità non viene messa all'asta da quasi 20 anni. Per garantire la spedizione Christie's ha dato una garanzia alla famiglia Nahmad ?? un importo non dichiarato che la casa d'aste pagherà al venditore indipendentemente dall'esito della vendita ?? che secondo gli esperti del settore è di circa 34 milioni di dollari.

UNO SPETTACOLO HA UN TITOLO

Il prossimo Carnegie International a Pittsburgh sarà diverso. Per la prima volta nei suoi 112 anni di storia, questa rassegna sull'arte contemporanea avrà un titolo: Life on Mars: 55th Carnegie International. E lo spettacolo, che si svolge ogni pochi anni al Carnegie Museum of Art, aprirà in primavera piuttosto che in autunno, cosa che non faceva dal 1924.

L'abbiamo spostato per catturare il pubblico estivo, ha affermato Douglas Fogle, curatore di arte contemporanea al museo. Il signor Fogle sta organizzando la mostra, che si apre il 3 maggio. L'ultima ha avuto luogo nel 2004.

Ho sempre avuto titoli per i miei spettacoli, ha detto il signor Fogle. Sembrerà più una mostra curata che una biennale.

La prima parte del titolo è tratta da una canzone di David Bowie sul mondo che va fuori controllo.

Aveva un'apertura poetica, ha detto il signor Fogle. È quello che fa l'arte, ti porta in un altro mondo.

La mostra 2008, che sarà visibile fino all'11 gennaio 2009, includerà circa 200 opere ?? pittura, scultura, disegno, film, installazioni artistiche, animazione, video e performance art.

Gli artisti selezionati da Mr. Fogle hanno un'età compresa tra i 30 e gli 89 anni e includono entrambi nomi riconosciuti ?? Doug Aitken, Vija Celmins, Rudolph Stingel, Mike Kelley ?? e artisti che sono stati raramente o non ancora mostrati negli Stati Uniti.

Haegue Yang, un'artista di installazioni di origine coreana che vive a Berlino, ha avuto lavori in mostra al Walker Art Center di Minneapolis ma non ha avuto una mostra personale in questo paese. Il regista thailandese Apichatpong Weerasethakul ha avuto mostre a Los Angeles ma è relativamente sconosciuto nel mondo dell'arte. Maria Lassnig d'Austria, l'artista più anziana della mostra, è stata descritta dal signor Fogle come artista di artisti. Il suo lavoro è stato mostrato in questo paese, ma è molto più conosciuto in Europa.

Gli artisti meno noti non parlano necessariamente dello shock del nuovo, ha detto il signor Fogle, ma di un rilevante mix di voci.

ASTE ON LINE

Nel 1999 Artnet.com ha provato le aste online. Ma il progetto si è rivelato troppo costoso, in parte perché il sito non aveva abbastanza traffico.

Ci siamo fermati dopo 18 mesi, ha affermato Hans Neuendorf, amministratore delegato di Artnet. Allora non avevamo la portata. Ora abbiamo due milioni di persone che visitano il nostro sito ogni mese.

Quindi Artnet proverà di nuovo.

Da lunedì venderà una selezione di arte moderna e contemporanea, stampe e fotografie. A differenza di Sotheby's, Christie's e Phillips ?? che addebitano all'acquirente il 25 percento dei primi $ 20.000 spesi, il 20 percento dei successivi $ 20.000 a $ 500.000 e il 12 percento sopra $ 500.000 ?? Artnet addebita una commissione fissa del 10%.

Possiamo essere più economici e più veloci, ha detto il signor Neuendorf. Non abbiamo i costi di marketing, stampa di cataloghi o organizzazione di cocktail party. Vendiamo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, offrendo nuovi lotti ogni giorno.

La maggior parte delle offerte sarà nella fascia di prezzo da $ 10.000 a $ 200.000.